Archive for the '4. Biblioteche' Category

22
Lug
09

Paolo Valera: I bois

I bois

di Paolo Valera

Proponiamo ai nostri lettori il testo integrale di un reportage tratto dal libro “Milano sconosciuta” dello scrittore Paolo Valera, un pezzo che si ricollega idealmente al nostro articolo “Saporti trascurati: la cucina milanese nei libri“. Nel suo testo Valera (sul quale Milano Internazionale tornerà presto) fa una descrizione in presa diretta dei “bois”, i ristoranti milanesi per squattrinati che erano molto diffusi a inizio novecento.  Scarica “I bois” di Paolo Valera in formato pdf.

Annunci
26
Mag
09

Cinque saggi su Milano e dintorni

Proponiamo ai lettori di Milano Internazionale la lettura di cinque saggi disponibili integralmente online, di cui riportiamo la descrizione qui di seguito. I temi vanno dal saccheggio del territorio italiano, all’Expo 2015, alle case popolari, alla storia delle stazioni ferroviarie a Milano, all’acqua nel paesaggio urbano.

Continua a leggere ‘Cinque saggi su Milano e dintorni’

14
Mag
09

Engels senza Marx. Scritti e interventi, 1883-1895

Engels non gode di buona fama: è diventato “scomodo” anche a sinistra, non degno (per presunto “materialismo volgare” o quant’altro) di figurare accanto al suo compagno di ricerche e di lotte. Chiunque voglia dedicarsi alla lettura e allo studio di Engels in Italia si trova una disponibilità libraria limitatissima, e una situazione molto confusa riguardo a cosa è stato tradotto, a cosa è reperibile, e dove. Per ovviare a questo problema abbiamo cercato di sistematizzare la bibliografia engelsiana per il periodo che si apre con la morte di Marx, nel marzo 1883. 14 maggio 2009: aggiornamenti bibliografici [Marx: Quaderni antropologici; Engels: Ludwig Feuerbach] e ai collegamenti [Istituto di Studi sul capitalismo]. A cura di Ilario Salucci: link.

15
Feb
09

Paul Le Blanc, Lenin e il partito rivoluzionario

Questo libro di Paul Le Blanc costituisce un’eccellente analisi dello sviluppo della concezione di Lenin del partito rivoluzionario, partendo dai suoi esordi fino alla fase immediatamente successiva alla rivoluzione di ottobre. Questa concezione è dialetticamente connessa alla concezione marxista dell’azione autonoma e dell’autorganizzazione della classe operaia che Lenin non abbandonò mai, neppure nel Che fare?

Traduzione italiana del volume pubblicato negli Stati uniti nel 1990 e in seconda edizione nel 1993, con una introduzione di Ernest Mandel: link.